Rivestimenti architettonici di facciata

PARETI CHE EMOZIONANO e nel contempo fungono da vera e propria “pelle” per l’edificio, sono le facciate ventilate, connubio tra tecnologia e forma, possono “alleggerire” visivamente pareti di grandi dimensioni, possono riqualificare ogni tipo di tamponamento esistente e dare valore architettonico anche all’involucro edilizio di minor pregio.
Dal punto di vista prestazionale fungono da “pelle” esterna, che, staccata dalla muratura retrostante per mezzo di idonea sottostruttura di ancoraggio, crea un’intercapedine areata dove il calore dell’irraggiamento solare viene dissipato e nasconde l’eventuale strato coibente a “cappotto” che può quindi assolvere ad esigenze di isolamento termico, acustico, antincendio.
MOLTEPLICI sono i MATERIALI utilizzabili quali l’alluminio in fogli o in compositi tipo Alucobond, l’acciaio, l’acciaio porcellanato, il Reinzink, il rame, il fibrocemento, i ricompositi, il vetro ecc. e MOLTEPLICI sono le forme dei singoli elementi componenti il sistema quali pannelli trapezoidali o ondulati, estrusi, pannelli lavorati “a cassetta” o piani, lamiere stirate ecc.
Una corretta progettazione ed un corretto dimensionamento della sottostruttura di ancoraggio sono fondamentali per ottenere l’effetto di planarità, verticalità ed orizzontalità delle fughe del rivestimento, così come è molto importante la scelta degli elementi di finitura per la realizzazione di raccordi, cappelli, gocciolatoi, coprifuga, cornici, imbotti di serramenti ecc.